Questo è il mio pensiero costante:
come posso far sì che tutti gli esseri viventi
accedano alla via suprema
e acquisiscano rapidamente la Buddità?
Sutra del Loto-Capitolo XVI-Durata della vita




mercoledì 7 dicembre 2011

I due Monaci e la Donna

Capitò un giorno che un Maestro e il suo discepolo si stessero recando in visita ad un monastero. Camminavano in silenzio, praticando lo stato di testimonianza, osservando la loro mente e il mondo con distacco.
Giunsero alla riva di un fiume che si frapponeva tra loro e il proseguimento del loro cammino. Non c'era un ponte, nè un barcaiolo che li potesse traghettare sull'altra riva. Erano in viaggio dal mattino e la loro meta non era lontana, per cui decisero di guadare il fiume da sè. In quel momento sopraggiunse una giovane donna, che portava caracollante il peso di un grosso carico di legna. Si appressò alla riva decisa ad guadare il fiume a sua volta. Il Maestro vedendola in difficoltà, si fece consegnare la legna che a sua volta consegnò al discepolo, poi si caricò la giovane donna sulle spalle e così guadarono il fiume. Dopo la traversata, la donna li ringraziò e i due proseguirono il loro cammino in silenzio.
Ad un certo punto però, il discepolo non potè più tacere: «Come hai potuto fare una cosa del genere? Noi non dovremmo avere nessuna relazione con le donne! Tu addirittura te ne sei caricata una sulle spalle!»
Il Maestro sorrise pieno di compassione e rispose: «Io già da tempo non porto più quella donna sulle spalle. Tu la stai portando ancora con te».
Allora il discepolo comprese. Silenziosamente ringraziò il Maestro.

Nessun commento:

Posta un commento